Nuovi progetti, fra arte e design - Nicla Boncompagni - Paolo Sturni

Antichità Sturni nasce a Roma nel 1925 come galleria antiquaria, nella sede di Via Campo Marzio 81, che ancor oggi occupa. Giunta alla terza generazione, l’attività della famiglia è oggi curata da Nicla Boncompagni e Paolo Sturni, che in una veste espositiva completamente rinnovata della storica sede di Via Campo Marzio propongono preziosi d’epoca realizzati dalle più grandi Maison: gioielli di artisti del ‘900 oltre ad una collezione permanente di Vintage di Hermès.

 Nicla Boncompagni, Mario Velocci, Paolo SturniCon la personale di Mario Velocci, Nicla Boncompagni e Paolo Sturni desiderano intraprendere un percorso diverso ed affascinante, rivolto all’arte moderna e contemporanea, cercando di superare la tradizionale e rigida contrapposizione tra “arte pura” (pittura, scultura, disegno) e “arte applicata” (oreficeria, design ecc.) peraltro sempre avversata da studiosi di straordinaria levatura intellettuale come Gillo Dorfles.

Il nuovo filone di attività della galleria nasce dalla grande passione per l’arte moderna e contemporanea da sempre coltivata dai due titolari, una passione che si accompagna al desiderio di studiare a fondo il profilo identitario di quest’arte, e di farne conoscere le molteplici espressioni a un pubblico più vasto: dalla dimensione aniconica, l’astrattismo in tutte le sue varietà e sfumature, alle forme espressive più vicine alla figurazione.

Nicla Boncompagni e Paolo Sturni hanno dunque intenzione di valorizzare particolarmente, nell’ambito della loro attività, il significato del rapporto tra l’arte contemporanea intesa come ricerca linguistica e sperimentazione, anche in relazione agli “oggetti” - d’ornamento o d’uso - che popolano la vita quotidiana, spesso ammantati di un’intensa aura simbolica, e il linguaggio di quella che può dirsi ormai “tradizione” pittorica o scultorea, sia pure una “tradizione del nuovo”. In altre parole: porre in relazione in modo stimolante e vitale la storia del XX secolo, come insieme di idee e di atti creativi sedimentati nel tempo, e il presente dell’arte, la sua attualità più immediata, i suoi vari modi di essere “attuale”.

Una ricerca della “modernità” e della sua essenza attraverso il lavoro di diverse generazioni di artisti e designer, tutti a loro modo intenti a cercare di comprendere ed esprimere la complessità di ciò che potrebbe forse ancora chiamarsi “bellezza”, magari attraverso stili inediti, inattesi e sorprendenti.

Sturni Antichità a Roma - Louis Vuitton City Guide 2012

A Roma, si possono acquistare gioielli d'artista da Sturni, indirizzo con 50 anni di attività alle spalle per quanto riguarda l'arte: in generale, dal XVII° secolo in poi.

Mauro MyrlandIl gentile e competente direttore, Mauro Myrland, illustra e consiglia pezzi unici, spesso provenienti da collezioni private.

Con una cifra compresa fra 2.500 e 20 mila euro si possono acquistare anelli, collane, pendenti, spille disegnate, fra gli altri, da Arman, Cocteau, Giò Pomodoro, Fausto Melotti, Fabrizio Plessi, Yoko Ono, Hains, Julia Plana e Germano, gioielliere romano degli anni '60.

Vere e proprie sculture da indossare.

La galleria organizza anche mostre a tema di giovani designer come Flaminia Barosini e Carlotta Scarinci che lavorano il bronzo con una chiara impronta etnica.

(Fonte: Louis Vuitton City Guide 2012)